Andrea Morricone dirige il padre Ennio: il dono di rendere l’umile alto

di Daniele Madau

Andrea Morricone – figlio dell’indimenticabile maestro -ha diretto l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari, trascinando la città nell’ omaggio al padre Ennio. La musica di Ennio Morricone, ormai, è un patrimonio classico e universale, come già aveva affermato Quentin Tarantino consegnandogli l’Oscar del 2016

Essendo Andrea Morricone compositore lui stesso, era naturale e necessario il suo omaggio al padre Ennio a pochi mesi dalla sua scomparsa. E bene ha fatto la Fondazione del Teatro Lirico di Cagliari a inserirlo tempestivamente nel programma dell’estate 2020 ‘Classicalparco’, che, con il concerto ‘Morricone dirige Morricone’ , ha chiuso la stagione nell’Arena all’aperto del Parco della Musica.

Ennio Morricone, vincitore di due Oscar, è ormai parte, tra le più riconosciute e riconoscibili nel mondo, nobile e preziosa dell’arte e della cultura italiana. In lui si riconoscono, oltre alla bellezza delle composizioni, la profondità dell’impegno civile, che ne aumenta la statura.

Nel momento in cui si assiste a un omaggio a un artista, scomparso dopo una lunghissima carriera, e si vive il periodo in cui l’artista stesso viene consegnato alla storia della musica, è giusto interrogarsi sulla sua eredità. Tra gli infiniti aspetti della sua produzione, vorrei soffermarmi sulla sua capacità di unire l’umile e l’alto, il classico al quotidiano, il popolare alla musica ‘colta’. Nessuno può mettere in dubbio l’appartenenza di parte delle compisizioni di Morricone alla musica alta, eppure, quella stessa musica, accompagna la nostra quotidianità, ha fatto da colonna sonora a film diversi per stile e genere ed è di facile accostamento.

Quando, nel 2016, Quentin Tarantino gli consegnò l’Oscar per le musiche del suo ‘The Hateful Eight’, disse che lo stava consegnando a un compositore che, per lui, aveva la stessa dignità di Mozart e Beethoven: e, in effetti, ieri ascoltando la colonna sonora di ‘Vittime di guerra’ si avvertivano echi di Bach.

Questo saper avvicinare ciò che è comune e di tutti per renderlo ‘alto’ è un dono. Viene in mente il bellissimo appellattivo di Dante a Maria nel XXXIII del Paradiso: ‘Umile e alta più che creatura’.

Una conferma di questo, nella serata di ieri (anticipata da quella del 25, interrotta, però, dalla pioggia), si è avuta guardando il pubblico, di tutte le età e, per quanto si può affidare alla vista, tipologie.

Come nella serata del 25, gli spettatori hanno sancito con applausi convinti il successo della serata, che diventava quasi un trionfo in occasione dell’esibizione della soprano Vittoriana De Amicis dell’ Estasi dell’oro, l’indimenticabile brano che accompagna le parti finali di ‘Il Buono, il Brutto e il Cattivo’.

In una serata in cui, quasi miracolosamente, il vento ha dato un po’ di riposo dopo aver imperversato per tutta la giornata, e che -quindi – ha disturbato solo in minima parte l’acustica , si sono susseguite le musiche divise in modo sapiente. A un inizio di forte impatto – caratterizzato dai brani più celebri come quelli per ‘Gli intoccabili’ e del sodalizio con Sergio Leone – è seguita una parte dedicata al cinema d’impegno, con, a esempio, le dissonanze di ‘La classe operaia va in Paradiso’, sino al crescendo lirico ed epico di ‘Queimada’ e ‘Mission’.

Si è conclusa, così, nel modo migliore l’estate cagliaritana, e per modo migliore si intende seguire quanto affermava Hans Georg Gadamer e cioè che “La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande.” A questo ha contribuito Ennio Morricone, a questo suo figlio Andrea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: