Il sessismo quotidiano

di Daniele Madau Ascolto con rabbia e sorpresa crescente i particolari e capisco quanto sia diffuso, a un passo da me, da tutti noi, e quanto sia ancora socialmente accettato, poco compreso e, in fin dei conti, interiorizzato: spesso – putroppo – anche dalle vittime stesse. Parlo del sessismo, del maschilismo che si concretizza inContinua a leggere “Il sessismo quotidiano”

Un galantuomo alla gogna

di Ignazio Locci E fin troppo facile iniziare con un siamo alle solite, ma quello che è accaduto inParlamento è la rappresentazione del cupio dissolvi che infesta la nostra politica.Su 18 legislature, ad oggi ben 10 si sono concluse anticipatamente.Questo scioglimento rappresenta comunque un unicum perché per la prima voltaverremmo chiamati alle urne nel primoContinua a leggere “Un galantuomo alla gogna”

Scuola, luogo di amore e miracoli

di Daniele Madau Titolo forte, superficiale, impegnativo, ottimista. Ma è la verità, accade. Accade perché la scuola, come da ultimo contratto collettivo degli insegnanti, è una ‘comunità educante’. Accade perché è un luogo in cui convergono lo studio dei ragazzi – e ‘studio’ etimologicamente significa, in primis, ‘passione’, ‘zelo’, ‘ardore’, ‘desiderio forte’ -, il lavoroContinua a leggere “Scuola, luogo di amore e miracoli”

Le nuove tenebre e l’antica luce

di Daniele Madau Secondo l’insegnamento di Tucidide, storico e storiografo del V secolo a.C., la sua Storia del Peloponneso, con il senso di grandezza tipico dei classici, doveva essere intesa come un “possesso per sempre”, una miniera di informazioni valide in ogni tempo e spazio, una ‘luce che illuminasse passato, presente e futuro’, come èContinua a leggere “Le nuove tenebre e l’antica luce”

Il sale della democrazia

di Ignazio Locci È diventato, nuovamente, Presidente, non chi ha avuto più voti ma chi ha avuto meno veti, più condivisione: forse è questo il sale della democrazia. Con Ignazio Locci, che ci ha guidato all’inizio della settimana elettorale presidenziale, riflettiamo dopo la sua, faticosa, conclusione. Aver eletto Sergio Mattarella non rappresenta la certificazione dellaContinua a leggere “Il sale della democrazia”

Lo Stato siamo noi

di Daniele Madau La recente uscita del Rettore della ‘Università per Stranieri’ di Perugia – famigerata accademia che prostra la cultura e la lingua italiana al primo calciatore di minimo successo (e noto, letteralmente, per i suoi morsi in campo, come Suarez) di passaggio, polemista e attivissimo sui social, Tomaso Montanari, sull’Italia Repubblica delle banane,Continua a leggere “Lo Stato siamo noi”

Ancora un po’ di silenzio

di Daniele Madau Siamo in quei giorni sospesi tra il silenzio d’eternità del Natale e i botti di speranza del Capodanno. Tra i due estremi – entrambi belli – conserviamo, però, ancora qualcosa del primo, ancora un po’ di silenzio, per custodire queste poche parole, che mi giungono, anch’esse, in maniera opposta. Le prime leContinua a leggere “Ancora un po’ di silenzio”

Benvenuti al sud, davvero

di Daniele Madau Ogni 25 novembre è un giorno di riflessione; riflessione attiva, pronta alla lotta per far sì che la violenza sulle donne non insanguini più la terra e che, al contrario, la terra possa germogliare, fiorire, della libertà delle donne, libertà creatrice, di bellezza, di desiderio di amore, come quella di ognuno. Dall’annoContinua a leggere “Benvenuti al sud, davvero”

Cina, alcune riflessioni ed osservazioni da uomo della strada

Ricevo, e volentieri pubblico, questa accurata riflessione sull’espansionismo dell’economia cinese di Marco Marini Spesso mi domando dove sono i vari esperti, nelle varie materie, giuristi, economisti e tutte quelle persone che dovrebbero consigliarci su come andare avanti nella vita. Appartengono alle Università, spesso compaiono in televisione e io da ignorante cerco di comprenderli, e diContinua a leggere “Cina, alcune riflessioni ed osservazioni da uomo della strada”

La colpa è nostra: quando i politici ci prendono, spudoratamente, in giro

di Daniele Madau Ieri è andata in onda l’ennesima, irrinunciabile, puntata di ‘Report’ . Non mi soffermerò sulla parte principale della serata – e cioè l’approfondita indagine su un vaccino che, ormai, non useremo più, e cioè quello conosciuto come Astrazeneca. Mi soffermerò sul continuo dell’inchiesta sull’incontro tra Renzi e Marco Mancini, membro del ‘DipartimentoContinua a leggere “La colpa è nostra: quando i politici ci prendono, spudoratamente, in giro”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito